la grande bellezza / the great beauty

27_la grande bellezza

“finisce sempre così. con la morte. prima, però, c’è stata la vita, nascosta sotto il bla, bla, bla, bla, bla.
è tutto sedimentato sotto il chiacchiericcio e il rumore. il silenzio e il sentimento. l’emozione e la paura. gli sparuti incostanti sprazzi di bellezza. e poi lo squallore disgraziato e l’uomo miserabile. tutto sepolto dalla coperta dell’imbarazzo dello stare al mondo. bla, bla, bla, bla.
altrove, c’è l’altrove. io non mi occupo dell’altrove.
dunque, che questo romanzo abbia inizio. in fondo, è solo un trucco. sì, è solo un trucco.”

e con queste parole finisce il film “la grande bellezza”, quali in un certo senso riasumono il messaggio del film.

la prima cosa che colpisce è la mancanza di una trama definita. la manzanza che alla fine lascia lo spazio per la caratterizzazione dei singoli personaggi. ci porta a concentrarsi sui contenuti, più o meno nascosta, che emerge dalla raccolta di relazioni e situazioni umane, dal rumore e silenzio.

a me, personalmente, è piaciuto molto. per le emozioni che aveva trasmesso, per la particolarità della narrazione, ma soprattutto, per sua onestà. mi ha ricordato quanto è importante concentrarsi sulla bellezza che ci circonda e che si trova dentro di noi.

– –

“this is how it always ends. with death. but first there was life. hidden beneath the blah, blah, blah, blah.
it is all settled beneath the chitter chatter and the noise. silence and sentiment. emotion and fear. the haggard, inconstant flashes of beauty. and then the wretched squalor and miserble humanity. all burried under the cover of the embarrasment of being in the world. Blah, blah, blah.
beyond there is what lies beyond. i don’t deal with what lies beyond.
therefore, let this novel begin. after all, it’s just a trick. yes, it’s just a trick.”

the movie “the great beauty” ends with these words, which in some way summarize the film’s message.

what is striking about this movie is the lack of a defined plot, which in some way leaves the space to highlight the individual characters. it also focuses on content, more or less hidden, emerging from the collection of human relationships and situations, from the noise to the silence.

i liked it a lot.. no, i loved it! i loved it for many reasons, for the emotions which struck me right from the beginning, for its particular way of narration, but most of all, for its honesty. it reminded me on the importance of beauty; and that we should search for the beauty surrounding us as well as for the beauty inside of us.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s